IIl frac o marsina è l’abito maschile da cerimonia più elegante attualmente utilizzato per le grandi occasioni formali.

Nella sala sfilavano, come su una grande passerella, signore vestite dai migliori sarti francesi, e sui frac scintillavano le decorazioni della Legion d’Onore.
In mezzo a un fuoco di fila di flash, cronisti e fotografi correvano su e giù per i corridoi.
– George E. Kent –

Il frac va indossato solo di sera, quando l’occasione lo richiede e sull’invito si trovi scritto “cravatta bianca” (contrapposta alla “cravatta nera” che identifica invece lo smoking).


Il frac viene indossato durante la cerimonia di consegna dei premi Nobel, ricevimenti in ambasciate, cene di Stato, incoronazioni di regnanti e balli. Non è indicato per i matrimoni (per i quali si utilizza il tight), a meno che questi non si svolgano di sera.
Il frac è anche l’abito d’uso dei direttori d’orchestra. Saltuariamente il frac può essere indossato anche dagli orchestranti per spettacoli di particolare importanza, anche se per questi è più indicato lo smoking.

La giacca del frac è nera, con i risvolti di seta ed è dotata delle caratteristiche “code di rondine”, da cui deriva il nome in uso nei paesi anglosassoni “tailcoat” (”giubba a code”) o “tails”. In vita la giacca è invece piuttosto corta e presenta all’esterno due file di bottoni (al massimo tre per lato) poste obliquamente, a scopo ornamentale. I polsini della camicia devono essere sempre visibili.
I pantaloni del frac sono neri, senza piega né risvolti, e si distinguono da quelli da smoking per la presenza di due galloni anziché uno. I galloni sono strisce di raso larghe qualche millimetro che corrono lungo l’esterno della gamba del pantalone per tutta la sua lunghezza.

Il gilet nel frac è obbligatorio, è bianco, tranne per i ricevimenti che si svolgono al Vaticano, durante i quali è richiesto il gilet nero. La camicia è bianca e solitamente con lo sparato rigidamente inamidato e il colletto diplomatico, ovvero ribattuto in alto con le punte piegate verso l’esterno. I polsini sono semplici e fermati da gemelli.
Il papillon è solitamente di piquet bianco, come il gilet, ed è una delle caratteristiche principali del frac. Il colore bianco del papillon viene mantenuto anche in Vaticano. I camerieri portano il papillon nero.

Indossa abiti non stravaganti, abiti ricchi ma di sobria eleganza, perchè molto spesso il vestito rivela l’uomo.
William Shakespeare
Per completare l’abbigliamento di un frac è possibile indossare un cappello a cilindro, di seta nera; un mantello a cappa nero, di lana, cashmere, o anche seta; sciarpa bianca, di seta, cashmere o lana; guanti al polso di cotone; bastone da passeggio.

CONDIVIDI

CATEGORIE