La moda vintage anni ’50: dall’elegante stile bon ton all’aggressivo look delle affascinanti pin up

Chi non ride mai, non è una persona seria.
– Fryderyk Chopin –

Fra gli abiti vintage anni 50 nella collezione Falpalà si può scegliere di indossare una gonna lunga o una stretta gonna “a matita”.

Il vintage anni 50 rispecchia un periodo in cui la moda è fautrice di enormi cambiamenti nel costume e nell’abbigliamento sia maschile che soprattutto femminile.
Si lascia alle spalle l’austera compostezza che aveva caratterizzato tutti i terribili anni 40. Le donne di tutto il mondo riscoprono l’amore per gli abiti, che riacquistano una chiara funzine estetica oltre che quella meramente funzionale. Il boom economico e il rinnovato interesse per tutto quanto riguarda il fascino e la moda consentono la mascita di alcuni modelli che costituiscono tutt’ora i capisaldi della moderne collezioni di alta moda e prêt-à-porter.
Parigi è la capitale della moda anni 50, nella capitale francese vecchie e nuove maison costruiscono lo stile dell’epoca.
Nel 1947, il New Look Dior viene esportato in tutto il mondo dall’omonimo atelier. Si caratterizza per la corta giacca sciancrata, molto stretta in vita e aderente e per l’ampia gonna a ruota a metà polpaccio sostenuta da ampie sottogonne in nylon. Il nuovissimo tessuto sintetico che sta soppiantando velocemente le fibre naturali. È il look di Grace Kelly, raffinata icona dell’eleganza moda vintage anni 50.

Coco Chanel si propone con il proprio stile semplice ed elegante. Un look fondato sull’essenzialità con completi in lana bouclé o tweed, dal taglio sartoriale e dalla silhouette asciutta. Nasce così lo stile Chanel.
Gli abiti della maison francese, con lo scollo arrotondato privo di colletto e di révers, detto proprio “scollo Chanel”, divennero i vestiti simbolo della moda anni 50.
Hubert Givenchy si distingue per il proprio stile a sacco, caratterizzato dalla forma diritta che in cui è completamente assente il punto vita.
Givenchy si può considerare il precursore degli abiti morbidi che tanto successo avranno nel decennio successivo.

Questa diventa la moda prevalente di tutto il decennio e oltre finchè la gonna non comincia a salire e una sagoma più futuristica “a uovo” inizia a manifestarsi a partire dalla fine degli anni ‘50.

CONDIVIDI

CATEGORIE