L’abbigliamento militare è composto da abiti standardizzati indossati dai membri delle forze armate e paramilitari di ogni nazione.

No, non proprio nudo. Voglio avere indosso la mia uniforme.
– Federico Guglielmo I Re di Prussia –
Quando udì il prete che era venuto a consolarlo recitare le parole del Libro di Giobbe, “Nudo sono uscito dal ventre di mia madre e nudo ritornerò

Gli stili di vestire militari sono passati attraverso grandi cambiamenti nel corso dei secoli. Dalla divisa colorata ed elaborata a quella estremamente utilitaristica.

Le uniformi militari sono realizzate in forma di abiti standardizzati e distintivi, destinati per l’identificazione immediata del soldato, sono in genere un segno di forze militari organizzate attrezzate da un’autorità centrale.

Nella storia dell’abbigliamento militare una distinzione deve essere fatta tra divise e abiti etnici. Se un particolare popolo o cultura ha favorito l’identificazione di un abito o stile distintivo questo potrebbe facilmente creare l’impressione che i guerrieri siano vestiti in modo uniforme. La questione è ulteriormente complicata dal fatto che i tratti distintivi delle classi guerriere particolarmente efficaci sono stati spesso copiati: armi, armature, vestiti da combattimento. Così, ad esempio, l’abbigliamento caratteristico e colorato degli ussari ungheresi è diventato un modello per le unità di ussari di tutta Europa.
Nel corso dei secoli anche combattenti mercenari o irregolari hanno sviluppato delle loro divise, che li distinguevano dai civili, ma non erano veramente uniformi. L’abbigliamento del Landsknechte tedesca del XVI secolo è un esempio di moda militare. Unità speciali come gli zuavi sviluppavano uniformi non standard per distinguersi dalle truppe di linea.
Ci sono giunte diverse testimonianze di alte uniformi nell’antichità, che vanno al di là del vestito etnico o tribale. Un esempio è la fanteria spagnola di Annibale che indossavano tuniche bianche con bordature color cremisi. Un altro è l’oplita spartano nella sua veste rossa. Nell’esercito di terracotta scoperto nella tomba del primo imperatore della Cina (c. 200 aC), i soldati hanno una somiglianza superficiale, ma un esame più attento mostra fino a sette diversi stili di armatura, che non sembrano essere stati standardizzati all’interno di unità distinte.

CONDIVIDI

CATEGORIE