Cappelli steampunk

con Nessun commento

Cappelli steampunk si ispirano all’omonimo filone narrativo che trasporta in un’età antica – di solito, l’Inghilterra vittoriana del XIX secolo – una serie di tecnologie contemporanee. In questo modo fondando su tale presupposto l’esistenza di un mondo parallelo che dispone di abiti, costumi e accessori diversi da quelle realmente esistiti.

Noi siamo la spada di Dio, il suo giudizio terreno. Siamo stati chiamati a punire gli stolti peccatori, coloro che si ribellano alla parola. AMEN!

(Alexander Andersen)

da Hellsing Volume 1 di Kōta Hirano

Cappelli steampunk
Cappelli steampunk

Gli accessori più caratteristici del genere sono gli occhiali da aviatore, pantaloni alla zuava, camicie cucite a mano, larghe bretelle di cuoio e ovviamente cappelli steampunk a cilindro che consentono di caratterizzare un’identità sempre più definita

Nella ricostruzione steampunk la forza vapore è la fonte di energia più importante al momento. Pertanto ogni abito o accessorio va progettato di conseguenza.
Inoltre la maggior parte delle storie steampunk sono ambientate nell’Inghilterra vittoriana, ciò può essere considerata la ragione per l’uso durevole della gusto vittoriana negli abiti e negli accessori. Sempre più racconti coinvolgono oramai ambientazioni basate su altri paesi e anche altri mondi, tuttavia lo stile del tardo 19 ° secolo rimane fatto di accessori in ottone, corsetti e gilet rimane a farla da padrone.
Lo steampunk naturalmente tende a concentrarsi più attentamente sulla tecnologia (autentica, teorica o cinematografica) dell’era vittoriana, con macchine a vapore, congegni meccanici e a orologeria, macchine differenziali. Si presenta dunque come il tripudio della meccanica. I costumi devono pertanto adattarsi a questo modello.
Gli steamers indossano cappelli steampunk ricchi di ingranaggi e tubi, molta pelle e cuoio rivettati, ma non sanno praticamente cosa siano i materiali plastici tipici del 20° secolo.
Lo Steampunk, nato in Inghilterra all’inizio degli anni ’90 del ventesimo secolo, vanta oggi un gran numero di appassionati.

+ +