Carnevale Campania

con Nessun commento

Elenco dei più importanti eventi, spettacoli e manifestazioni carnevalesche nelle varie regioni italiane: Carnevale Campania

Carnevale di Montemarano

Il carnevale di Montemarano è una manifestazione folkloristica con origini molto antiche, che si tiene a Montemarano, un comune in provincia di Avellino, ogni anno in corrispondenza del carnevale.

I partecipanti si riversano nelle strade di questo piccolo paese di montagna e danzano alla musica di piccole bande che camminano assieme alla folla. La musica è tipica di questa manifestazione, ed è nota col nome di (tarantella) “montemaranese”. Come in altre manifestazioni analoghe, si hanno gruppi “a tema”, con maschere uguali, e a volta piccoli carri allegorici. Alcune persone del luogo impersonano il ruolo di “caporabballo” (capo del ballo). Sono vestite di bianco, con un mantellino rosso con bordi di pizzo bianco, con un lungo cappellone cilindrico e un bastone in mano, sono incaricate di regolare in qualche modo il flusso delle persone per le vie del paese e sovraintendere in generale allo svolgimento della festa. Altro elemento caratteristico, il lancio di confetti e caramelle sulla folla.

Sito Carnevale di Montemarano: http://www.carnevaledimontemarano.it/
Comune di Montemarano:http://www.comune.montemarano.av.it

Carnevale di Paternopoli

Alla fine del secolo scorso un nostro antenato, Alfonso Basile, con scarsa attrezzatura, ma con tanta inventiva, buona volontà ed entusiasmo, aiutato da validi collaboratori, realizzò in occasione del carnevale una grossa nave. Questo carnevale é restato nel ricordo dei Paternesi per lunghi anni.
Forse la nave rappresentava la “nave della speranza” su cui molti meridionali, e, quindi, anche tanti compaesani speravano un giorno di imbarcarsi per tentare la fortuna nei Paesi di oltre oceano. Erano, quelli. gli anni della massiccia emigrazione verso le Americhe, verso l’ agognato “paradiso terrestre”.
Rispetto alle analoghe sfilate attuali, questa si distingue perché allora si svilupparono delle manifestazioni complementari ai tre carri che possiamo definire come uno spettacolo di “teatro di strada”, in cui i vari componenti realizzarono scenette. Sui carri persone mascherate cantavano canzoni popolari.

Fonte: http://www.paternopolionline.it
Comune di Paternopoli: http://www.comune.paternopoli.av.it

Carnevale di Capua

Capua, con il suo Carnevale, giunto nel 1985 all’edizione del centenario, si colloca nell’ampia mappa delle capitali della comicità popolaresca e dell’allegria.
Lo scenario architettonico che accoglie la manifestazione è particolarmente significativo: Piazza dei Giudici ed il Corso Appio dove nei secoli passati si svolsero fastose cerimonie per ospitare sovrani e dignitari civili ed ecclesiastici in visita alla città.
Alle testimonianze storico-ambientali, si aggiungono nei sei giorni dedicati alla manifestazione, gli apparati architettonici, le luminarie, i carri. Questi ultimi mostrano sempre una feconda fantasia nella varietà dei temi: dalla caricatura di personaggi celebri alla rappresentazione deformata di fatti della vita popolare, dalla rievocazione di maschere tradizionali italiane al commento di fatti politici internazionali.

Sito: http://ilcarnevaledicapua.blogspot.it/
Comune di Capua: http://www.comunedicapua.it

Carnevale di Castelvetere sul Calore

Anche a Castelvetere sul Calore il Carnevale rappresenta uno dei momenti più attesi dell’anno.
Al ritmo di tarantella, i carri allegorici, accompagnati dai gruppi di ballo, sfilano lungo le strade del paese, allietando i tanti visitatori presenti. Le danze in maschera che accompagnano i carri minuziosamente lavorati nel corso dei mesi dagli appassionati del luogo, costituiscono delle vere e proprie coreografie tutte da ammirare nel corso della sfilata.
Il Carnevale Castelveterese risale al 1683, quando si diede vita per la prima volta ad una vera e propria gara fra artigiani delle località Castello e Pianura, oggi Piazza e Via Roma.

Comune di Castelvetere sul Calore:http://www.comune.castelveteresulcalore.av.it
Sito: http://www.carnevalecastelveterese.it/

Carnevale di Villa Literno

A Villa Literno il Carnevale è sempre esistito. Fin dai tempi più antichi si usava preparare il pupazzo di paglia vestito da uomo e adagiarlo in bella vista nel cortile.
L’ultimo giorno, lo si poneva su un letto e la gente si riuniva al suo capezzale, appunto per piangerlo. Successivamente, si organizzarono i cortei con cavalli ed asini, addobbati con coperte ricamate e ghirlande di fiori, che sfilavano per le vie del paese. Nel periodo della seconda Guerra Mondiale queste usanze si abbandonarono per essere riprese nel 1946.
Dagli anni 50 fino al 1981, il Carnevale in paese, si può dire che si è adeguato ai tempi, perché ogni anno si è affidato all’improvvisazione dei ragazzi, presso iquali l’interesse è più vivo e quindi è proprio grazie a loro che la tradizione locale non si è mai estinta del tutto, fino ad arrivare alla costruzione del primo “CARRO”. Dal 1985 anno in cui il Carnevale a Villa Literno ha firmato la sua storia ufficiale, l’organizzazione è andata sempre più perfezionandosi fino a diventare una istituzione vera e propria, tanto che l’affluenza turistica che si ha in quei giorni trasforma il paese in una città multietnica. L’usanza di Villa Literno è che la domenica prima del Carnevale, in piazza il Sindaco riceve i Gonfaloni delle contrade che intendono partecipare.
Ogni caporione, scortato dal proprio corteo rionale, dopo aver percorso le strade cittadine arriva in piazza e annuncia il tema che tratterà il carro, ed il Sindaco da il via ai festeggiamenti del Carnevale.

Sito Carnevale di Villa Literno: http://carnevale.villaliterno.eu
Comune di Villa Literno: http://www.comune.villaliterno.ce.it

Carnevale di Saviano

Il carnevale di Saviano nasce nel 1977 su iniziativa di Nicola Strocchia, in parte sulla scia del movimento politico di quell’anno, che in Campania vide saldarsi gli autonomi con i movimenti di recupero delle radici popolari, ed in parte per contrastare le deplorevole usanza di festeggiare il carnevale lanciando uova e farina sui passanti (usanza che si registra ancora oggi in alcune zone della provincia di Napoli).
Quell’anno fu fatto sfilare un carro che aveva come tema la storia di Masaniello. L’anno successivo la manifestazione fu replicata con la sfilata di due carri. Col tempo sono sorti vari comitati che ricalcano, grosso modo, i rioni in cui è suddiviso il territorio del comune di Saviano e i carri sono diventati tredici.
La manifestazione non è solo costituita dalla sfilata dei carri nel giorno di martedì grasso, ma da feste popolari che, nelle tre settimane antecedenti, animano la vita del territorio.
La particolarità del carnevale savianese è costituita dal forte legame con le tradizioni contadine del territorio nolano, e quindi si pone anche come sistema per salvare la memoria popolare, che altrimenti andrebbe persa.

Sito Comune di Saviano: http://www.comune.saviano.na.it
Sito: http://www.carnevaledisaviano.it/

Carnevale di Palma Campania o Palmese

Il Carnevale Palmese ha le sue origini in quello napoletano del ‘600, che divenne particolarmente importante per opera dei vicerè spagnoli.
Esso era caratterizzato dalla forte presenza degli aristocratici e si mescolava con le forme del carnevale popolare. All’inizio le manifestazioni carnevalesche si tenevano nel quartiere del Carmine e nelle maschere e nelle loro sfilate ritroviamo elementi tipici delle quadriglie. Basti pensare alla sfilata del Capitano Spagnolo, maschera popolare, accompagnata da un corteo di Pulcinella senza maschera, muniti di tamburelli.
Quando la folla aumentava, le maschere si disponevano in cerchio e lo Spagnolo ballava una frenetica tarantella tra applausi, grida e “canzonaccie”, una forma di esibizione non molto lontana da quella delle quadriglie palmesi.

Sito Carnevale di Palma: http://www.carnevalepalmese.eu
Sito Comune di Palma:http://www.comune.palmacampania.na.it/

+ +