Costume diva anni 20

con Nessun commento

La figura della diva costruita dall’incredibile fabbrica dei sogni di Hollywood corrisponde all’immaginario collettivo della donna fatale.

Quando sei una diva non smetti mai di essere una diva.
– Margaret Elliot –

Il fenomeno di costume del divismo nasce dal teatro per spostarsi velocemente verso il grande schermo con la nascita di Hollywood. Nel corso degli anni ’20 il fenomeno diviene sempre più importante e si impone sulla scena.

Lo Star System nasce e si alimenta anche grazie alle molte riviste scandalistiche che proprio in questi anni vedono un vero e proprio boom con la vendita di milioni di copie. Creano un mondo in cui la curiosità si trasforma in ossessionante morbosità per le conturbanti dive delle quali il pubblico vuole conoscere ogni minimo dettaglio della vita privata.
Le dive e gli attori si trasformano in vere e proprie divinità oscure. Si assiste ad una irresistibile corsa all’opulenza, cui spesso di accompagna consumo di droghe, abuso di alcool, squallide storie di sesso a pagamento, loschi intrecci con la criminalità organizzata, in cui più che a Hollywood sembra di essere in uno squallido film noir.
Le riviste scandalistiche diventano col tempo sempre più attente ai gossip più sordidi e agli amorazzi più nascosti. Spesso sono le case di produzione che ingaggiano pubblicitari appositamente per inventare le storie degli attori più amati come ad esempio Theodisa Goodman alias Theta Bara, che può essere considerata a buon diritto la prima vamp della storia del cinema.
Theta è una donna dal fascino esotico ed ammaliatore che rappresenta agli occhi del grande pubblicol’archetipo ancestrale di donna tentatrice e dissoluta. Nei film appare spesso vestita di abiti egizi e circondata da serpenti, come ad esempio durante l’interpretazione della regina Cleopatra. In altre occasioni assume il costume di Esmeralda, Salomè e Carmen. In realtà nella vita privata Theta Bara era l’opposto di quella rappresentata sul grande schermo.
Non è così per tutti. Molte attrici e attori, che passano velocemente dalla povertà al lusso sfrenato, non sanno gestire il loro successo, la loro fama, i loro guadagni e il loro ego. Ne derivano così molti scandali che colpiscono il pubblico, trasformando velocemente le star in oggetti di scherno, senza pietà.

+ +