Il Fastelavn danese

con Nessun commento

Il Fastelavn danese è Carnevale più famoso di tutto il Nord Europa. Si tratta di una antichissima usanza che viene celebrata sette settimane prima della Pasqua.

La Danimarca esporta centinaia di tonnellate di biscotti negli Stati Uniti. Gli Stati Uniti esportano centinaia di tonnellate di biscotti in Danimarca. E uno dice: vabbé saranno biscotti diversi. E allora perché cazzo non si scambiano la ricetta?
BEPPE GRILLO

Se cercate i migliori Carnevali europei vi proponiamo un elenco dei più famosi eventi che potete trovare nel vecchio continente.

Il Fastelavn è una tradizione che risale al tempo prima della Riforma protestante, e segnava l’ingresso alla Quaresima. La tradizione conta sull’organizzazione di una grande festa quale opportunità per godere di tutto il cibo, che presto sarebbe stato proibito. Nel tempo, la pratica del digiuno è scomparsa, ma la festa è rimasta come costume popolare.

La parola danese “Fastelavn” pare derivare dal tedesco…“fastelabend”, ovvero “sera di digiuno”.
In Danimarca, il carnevale è una festa soprattutto per i bambini, che si travestono e giocano, rispettando le vecchie tradizioni.
In Danimarca durante il Carnevale si tiene una gara par eleggere il “re dei gatti”. Alcuni giovani in costume e a cavallo cercano di colpire una botticella appesa tra due pali con una mazza: un tempo dentro la botticella veniva chiuso un gatto, oggi sostituito con dolci e premi per il cavaliere che per primo riesce, con un solo colpo di mazza, a rompere la botticella. Questa azione è definita “tøndeslagning”, ovvero “far uscire il gatto dal barile”. Siccome il gatto rivestiva il ruolo dell’animale sospetto nella tradizione popolare, così è stato utilizzato come simbolo del male e delle cose che si vogliono scacciare. Oggi, si batte sempre il barile, ma ora si usano gatti realizzati con vecchi stracci o gatti di peluche. Quando viene colpito il barile si rompe, facendo uscire tulle le caramelle i dolcetti e i frutti che contiene tra cui gli immancabili fastelavnsbøller, ovvero i bomboloni di carnevale.

+ +