La cartapesta per maschere

con Nessun commento

Per preparare la cartapesta utilizzata per la realizzazione delle maschere di carnevale occorrono solo la colla (quella usata tradizionalmente è quella per tappezziere) e la carta. Per l’artista che deve realizzare la maschera veneziana è fondamentale scegliere la dose giusta di colla, per ridurre la percentuale di acqua e per garantire un essiccazione rapida senza perdita di volume. La carta dei giornali quotidiani è il tipo che dà le migliori prestazioni per ottenere una cartapesta di buona qualità. Si strappano i giornali, meglio se a mano, in pezzetti piccoli e si mettono a macerare in un recipiente di acqua per circa quindici giorni.

Successivamente il composto macerato si toglie dall’acqua e si strizza il più possibile, si formano così delle piccole sfere che vengono pestate fino a ottenere una poltiglia finissima che si conserva anche per mesi in scatole sigillate. Infine, al momento dell’uso, si unisce al composto la colla, sino ad ottenere una pasta appiccicosa e malleabile che si applica a strati per la costruzione della maschera di carnevale.

+ +