Moda anni 50

con Nessun commento

Le trasmissioni televisive e i film di Hollywood impongono la moda anni 50 e influenzano usi e costumi non solo in Italia, ma in tutta europa.

La moda è fatta per diventare fuori moda.
– Coco Chanel –

I giovani, per la prima volta nella storia della moda, possono creare una propria identità indipendente, influenzando i dettami delle grandi maison internazionali.

Quando si parla di moda degli anni ’50 ci si riferisce ad un florido periodo di rinascita economica e culturale. Si supera l’austerità del primo dopoguerra per una moda caratterizzata da bon ton e intriganti pin up. In questo periodo le donne iniziano ad osare di più.
Bisogna tenere presente che gli anni ’50 sono il decennio in cui nasce il rock ‘n’ roll, che sbarca in Italia insieme ai jeans e alle t-shirt indossate dalle pin up. È il periodo in cui i pattern a pois vanno per la maggiore e in cui iniziano a far capolino i primi costumi a due pezzi che anticipano i bikini. Per l’uomo è indispensabile la giacca di pelle.
I vestiti mettono in evidenza il punto vita e sono allacciati dietro al collo per consentire di mostrare la scollatura.
L’outfit da giorno è caratteristico per le notevoli gonne a ruota che mettono in evidenza il punto vita con o senza cinture estremamente colorate.
Spesso completano le mise camicie bianche o con deliziosi pois. Per finire è impossibile dimenticare la presenza di eleganti foulard legati al collo.
Le donne indossano ballerine o scarpe con decolletes dal tacco basso. Per finire gli anni 50 sono famosi per l’utilizzo degli immancabili bigodini impiegati per dare volume ai capelli.

+ +